Pubblicato in: Uncategorized

Il Risorgimento : una questione di abiti,i bambini. Post n.39

Uomini, donne, bambini: esistono anche i bambini, gli uomini e le donne di domani; il Risorgimento era fatto anche per loro, per dare un futuro migliore. Anch’essi venivano coinvolti, educati agli ideali del Risorgimento, caso esemplare la famiglia del prof. dell’Università di Pavia, Carlo Cairoli e sua moglie Adelaide,5 figli,5 patrioti. Come erano vestiti i bambini in quel periodo? I vestiti dei bambini sembrano cose innocenti, in realtà sono legati al loro tempo, ne sono dei messaggi. Se si osservano i bambini di fine ‘400 presentati dal Mantegna, negli affreschi del Palazzo Ducale di Mantova, due sono vestiti da  paggetto, saranno futuri uomini di corte e un giovinetto vestito da cardinale, sarà un cardinale, il loro futuro era già incominciato.abiti b. mantova. I bambini dipinti da Van Dyck hanno già gli abiti del ricco borghese o nobile ,bambini van dickcon tanto di cappello, il re Vittorio Emanuele II da bambino era già vestito da militare, il suo futuro doveva realizzarsi sui campi di battaglia, un futuro impegnativo cui doveva prepararsi fin dai primi anni.V.E. bambino Nel periodo risorgimentale “i bimbi d’Italia” come li chiama Goffredo Mameli “si chiaman Balilla” , anche loro sono citati nel suo inno patriottico, anche loro in qualche modo dovevano partecipare e lo si vede nel quadro sottostantebambini sulle barricate, inoltre si vestono alla garibaldina, piccoli garibaldini crescono. Pic. GaribaldiniI loro giochi sono una preparazione alla vita militare, i re organizzano le guerre, ma ci vuole la truppa, bisogna prepararla attraverso i giochi infantili, uno svago, un programma.bambini soldatiniCi sono bambini ricchi, bambini ricchici sono bambini poveri, purtroppo,due gruppi ben differenziati,bambini poveri a scuola e i secondi sono la maggioranza, una maggioranza silenziosa,perché i loro padri non hanno diritto di voto. Molte opere benefiche sia laiche che religiose ,es.i Salesiani, si adoperarono per dar loro un futuro, in primo luogo con l’istruzione elementare. Nel libro “Cuore” dello scrittore ligurecuore Edmondo De Amicis, scritto per i bambini italiani di ogni estrazione sociale, si vuole far vedere il nuovo stato come portatore di giustizia e di uguaglianza, la scuola pubblica diventa il luogo d’incontro delle classi sociali, e il maestro ha il compito di armonizzarle per creare una società più giusta. Una foto mostra come si presentava un bambino degli anni ’70 dell’800 della classe benestante.cristoforino due In seguito per i maschi venne di moda vestirli da piccoli marinai. La Regia Marina era molto importante, la politica di espansione coloniale veniva fatta via mare, c’era bisogno di uomini di mare, dal mozzo al capitano, i bambini vestendosi alla marinara cominciavano a capire e soprattutto a sognare, l’immaginario è la cosa più importante !!! La moda era partita dall’Inghilterra, come si vede in questo ritratto di Winterhalter di un principino, vestito alla marinara.winterhalter 9 marinara Ed anche le bambine vestivano alla marinara, come si vede in questo quadro di Mathey,Mathey 5 marinarapittore francese di fine ‘800.                                                                                                          Alla mostra “Il Duca del Mare” nell’Appartamento dei Principi Ereditari del Palazzo Reale di Genova, abruzzo 1 marinaraè esposto un autentico vestito da marinaio per ragazzi.abruzzoVestivamo alla marinara” è il titolo di un famoso libro di Susanna Agnelli, per indicare il tempo della sua fanciullezza. Sotto, un gruppo di ragazzini con l’abito alla marinara, l’abito elegante per una festa di famiglia.comunione Teresa

Annunci

Autore:

Sono nata nel 1942, durante la guerra, ho 70 anni, nel '66 ho conseguito la Laurea in Filosofia, presso l'università di Padova. Successivamente mi sono iscritta per un anno alla Statale di Milano per la specializzazione, ma i moto del '68, imponendo la frequenza mi hanno impedito di proseguire. Sono un'insegnante di scuola media,pensionata. Da sempre appassionata di storia ho fatto due blog, di cui il primo ha superato le 10000 visite ed è letto in tutto il mondo, con mia grande soddisfazione.Cordiali saluti, lieta di aver fatto la sua conoscenza dottssa Ester Frigo

2 pensieri riguardo “Il Risorgimento : una questione di abiti,i bambini. Post n.39

  1. Gentile Signora, grazie del suo mi piace.Desidero avvisarla che ho modificato il blog, inserendo le foto di un autentico abito da marinaio per ragazzino esposto alla mostra Il Duca del Mare, nell’ Appartamento dei Principi Ereditari di Palazzo Reale a Genova. Grazie ancora Ester Frigo- Nonna Nanna, presente su FB come Ninna Frigo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...